CARMI - Museo Carrara e Michelangelo a Villa Fabbricotti presso l'ottocentesco edificio situato nel Parco della Padula a Carrara.

CARMI - Museo Carrara e Michelangelo a Villa Fabbricotti presso l'ottocentesco edificio situato nel Parco della Padula a Carrara.

01-06-2018
ICARMI

Il progetto espositivo del piano nobile fa parte di un intervento complessivo di recupero e riqualificazione di Villa Fabbricotti e del Parco della Padula finanziato dalla Regione Toscana e avviato nel 2011.  Il progetto della mostra permanente è stato preparato e realizzato da Associazione MetaMorfosi, con la collaborazione scientifica di Casa Buonarroti che ha incaricato della curatela la professoressa Emanuela Ferretti (co-curatore professor Davide Turrini, mentre l'architetto Giuliano Macchia ha seguito la progettazione dell'allestimento museografico).
Il nuovo complesso museale è articolato su tre livelli e ospita al piano nobile la mostra permanente incentrata sulla figura di Michelangelo. Per la prima volta viene interamente dedicata una sede espositiva al peculiare rapporto dell’artista con il territorio, la città di Carrara e il marmo. Un rapporto viscerale e continuativo, intimamente posto alla base dei più celebri capolavori del maestro, alla cui conoscenza il visitatore sarà introdotto attraverso numerose e diversificate testimonianze e alcuni importanti prestiti gentilmente accordati dalla Provincia di Massa Carrara, dall’Accademia di Belle Arti di Carrara e dall’Archivio di Stato di Massa.
Michelangelo, Carrara e il marmo costituiscono il trait d'union delle sei sale tematiche poste al piano nobile in un percorso che si snoda attraverso riproduzioni quali il Mosè in scala 1:1, ologrammi come quello del David che prende vita in una stanza, video, fotografie, stampe, fac-simili e documenti storici. E ancora i video proiettati sulle Pietà e i celebri contributi di Giacomo Manzù, Carlo Ludovico Ragghianti, Luigi Moretti e Michelangelo Antonioni. Gli intrecci fra Michelangelo e la Contemporaneità sono testimoniati con facsimilari pregevolmente realizzati: presenti nel museo artisti come Rothko, Le Corbusier, Arata Isozaki e Robert Venturi con il suo vassoio originale ispirato alla romana Piazza del Campidoglio (1983-85). Ma già prima, le due gigantografie della Pietà Vaticana e della Pietà di Jean Fabre (2011) accolgono il visitatore nel pianerottolo intermedio, ai lati dello scalone.
Il piano terra rialzato, pensato per le mostre temporanee, ospita una sezione di approfondimento sulla storia della Villa e della famiglia Fabbricotti, a cura di Cristiana Barandoni, e due esposizioni intitolate: “I gessi dello studio Lazzerini. La storia di una collezione nella gipsoteca della scuola del marmo”, a cura di Luisa Passeggia, e “Carrara 1800-1850. Maestri Studenti in viaggio verso Roma. I tesori della Gipsoteca della Accademia di belle Arti di Carrara”, a cura dei professori dell’Accademia stessa Carlo Sassetti, Giuseppe Cannilla e Marco Ciampolini.
Completa il percorso espositivo il piano seminterrato dove, oltre agli ambienti riservati alla didattica e alla lettura e a uno spazio caffetteria, sono ospitate due sale dedicate alle produzioni cinematografiche che nel 2017 hanno celebrato il legame tra Michelangelo e la città di Carrara: Il Peccato di Andrei Konchalovsky di cui Jean Vigo ha reso possibile l’esposizione di alcuni dei costumi di scena, degli attrezzi da lavoro di Michelangelo ricreati per il film e di diciotto foto del celebre maestro della fotografia Sasha Gusov e Michelangelo – Infinito di Emanuele Imbucci con Enrico Lo Verso e Ivano Marescotti, una produzione originale Sky con Magnitudo Film, per la quale Sky ha messo a disposizione del Museo il video del ricco documentario sul dietro le quinte del film, oltre alla proiezione del film che sarà disponibile nei prossimi mesi, e un percorso fotografico di 16 suggestivi scatti.
Circonda l’edificio della Villa il parco della Padula, trasformato in occasione dell'XI Biennale di Scultura del 2002, in parco artistico di opere d’arte ambientali, dove il contesto paesaggistico diviene spazio dinamico rivisitato in chiave contemporanea attraverso l’integrazione tra ambiente e territorio con i lavori di artisti di fama internazionale quali Merz, Mainolfi, Parmeggiani e Morris.
Il progetto espositivo del piano nobile, parte dell’intervento complessivo di recupero dell’edificio di
Villa Fabbricotti e del Parco della Padula, è stato cofinanziato nell’ambito del PIUSS – Programma
Integrato di Sviluppo Urbano Sostenibile con fondo “PAR FSC 2007/2013”.
Durante la stagione estiva il Museo CARMI sarà aperto da martedì a domenica, dalle ore 11.00 alle 20.00, i giovedì dei mesi giugno, luglio, agosto dalle ore 11.00 alle 23.00. Il Parco della Padula sarà aperto tutti i giorni dalle ore 7.00 alle 22.00, giovedì chiusura alle 23.30. Biglietti intero € 5,00, ridotto € 3,00, biglietto unico per Museo Civico del Marmo, CAP, CARMI inclusa visita guidata.
Per raggiungere il CARMI è possibile utilizzare il bus linea 47 per Sorgnano: fino al 30 settembre biglietto gratuito  (orari sul sito) www.massa-carrara.cttnord.it).

 

Info 335-1047450

Condividi questo contenuto

News in Primo Piano
Eventi e manifestazioni

Prossimi eventi

accedi e visualizza tutte le informazioni su eventi e manifestazioni della Città di Carrara

InfoPoint

Telefono: +39.0585641471

Email: turismo@comune.carrara.ms.it

Il portale turistico della Città di Carrara è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eTOURIST